Archivi tag: commedia

back to the movies #1

Una volta andavo al cinema almeno una volta alla settimana, spesso due. Riuscivo a vedere praticamente tutti i film in uscita, la settimana stessa dell’uscita. Due settimane dopo, al massimo. Una volta mi facevo la Panoramica di Venezia a Milano, … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

alternative to what?

Ora, io mi rendo perfettamente conto che, dopo avermi letto distruggere criticare (500) Days Of Summer, quando vedrete quello che sto per fare, ovvero dire che invece mi è piaciuto Whip It, la vostra reazione sarà, legittimamente, un robusto mavaccagare. … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

cinquecento giorni d’estate

E’ che ierisera, invece di andare a dormire presto per poi poter oggi combinare qualcosa di utile, ho visto questo film qui di cui tutti parlano. Cioè, non è che ne parlano tutti come di Avatar, diciamo che ne parlano … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

il leone e l’agnello

Lo so, lo so che è come sparare sulla croce rossa, però sabato, reduci da un venerdì sera abbastanza intenso, abbiamo pensato bene di trasformare la “serata donne + pizza + commedia americana stupida” in “serata guardiamo Twilight e ridiamone”. … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni, son cose | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

l’ombelico del mondo

[Avviso ai lettori: questo è un altro di quei post in cui Naima* confessa al mondo di emozionarsi un casino per delle cose random. Siete avvertiti.] Dunque, sono andata a vedere Taking Woodstock, che è un film di Ang Lee, … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

e poi si ride, anche

C’è quel momento in cui i due personaggi escono dal cinema – un cinema di quelli del Greenwich Village, dove i titoli dei film vengono scritti con i caratteri mobili – e poi si incamminano, e la camera sta dall’altro … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

diabetismi

Nelle stupide commedie americane per teen ager c’è spessissimo questo abusatissimo clichè del tizio che deve conquistare la ragazza per scommessa o per soldi e poi finisce per innamorarsene. E c’è sempre il momento in cui i due sono innamorati … Continua a leggere

Pubblicato in la fabbrica dei sogni | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento