Archivi categoria: nostalgie

inappropriato luglio

Fa caldo, e tutto si appiccica. Un bisogno costante di lavarsi le mani e annodarsi i capelli lontano dal collo, mentre la sedia lascia impronte sulle gambe nude e il fantasma bruciante di luglio assedia la finestra, dietro le tapparelle … Continua a leggere

Pubblicato in elucubrando, nostalgie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

sabbia e cemento

Avete presente la scena più bella di Ratatouille, quella in cui il critico Anton Ego, al primo boccone di ratatouille, si ritrova improvvisamente dentro la propria infanzia, a mangiare verdure e nostalgia? (Se non l’avete presente, la scena è questa, … Continua a leggere

Pubblicato in elucubrando, nostalgie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

happy chocolate to you

Il giorno del mio compleanno, di solito non metto la sveglia. Se posso, naturalmente. Il giorno del mio compleanno aspetto che sia lui a decidere quando è giorno per me, e resto sotto le coperte del dormiveglia, galleggiando dentro quel … Continua a leggere

Pubblicato in nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

il grande freddo

Stanotte c’era quel tipo di freddo che ti rendi conto di cosa voglia dire essere un pacco di surgelati nel freezer. Quello che quando ti muovi scricchioli. Che resta attaccato pervicacemente ai bordi dei finestrini della macchina, mentre tu cerchi … Continua a leggere

Pubblicato in nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

brown years #2

“Io, Frank, dal vivo, l’ho visto quattro volte. Quattro volte. La più memorabile è stata nell’estate del Settantaquattro, al Vigorelli, a Milano. Perchè c’era Beppe, Beppe Facciadicavallo, che lavorava insieme al service, insomma, montava e smontava il palco, e così … Continua a leggere

Pubblicato in nostalgie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

per poi fuggire sopra le nuvole

Dunque. Mentre il naufragar non m’è per niente dolce in questa nostalgia preventiva, mi sono messa a pensare a qualcosa di utile, come per esempio tutte le cose che vorrei fare a Bologna in questi ultimi quattro giorni, talune delle … Continua a leggere

Pubblicato in degrado bolognese, nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

mi piacciono le canzoni con i finali tristi

A un certo punto l’autunno arriva, e non importa più quanto tempo ci abbia messo. Che non è solo questione di vento, di foglie arancioni, di pioggia e cieli grigi. E neanche di cioccolate calde, buio alle cinque, matite temperate … Continua a leggere

Pubblicato in degrado bolognese, elucubrando, nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti