Archivi categoria: degrado bolognese

per poi fuggire sopra le nuvole

Dunque. Mentre il naufragar non m’è per niente dolce in questa nostalgia preventiva, mi sono messa a pensare a qualcosa di utile, come per esempio tutte le cose che vorrei fare a Bologna in questi ultimi quattro giorni, talune delle … Continua a leggere

Pubblicato in degrado bolognese, nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

mi piacciono le canzoni con i finali tristi

A un certo punto l’autunno arriva, e non importa più quanto tempo ci abbia messo. Che non è solo questione di vento, di foglie arancioni, di pioggia e cieli grigi. E neanche di cioccolate calde, buio alle cinque, matite temperate … Continua a leggere

Pubblicato in degrado bolognese, elucubrando, nostalgie, piacevolezze | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

il degrado

Ieri sera un paio di dozzine di ggiovani studenti bolognesi, capeggiati dalla Giò e dalla sottoscritta, si sono radunati ai  Giardini Margherita all’ora del tramonto. Con le coperte stese sul prato, i piedi nudi, qualche bottiglia di vino, qualche lattina … Continua a leggere

Pubblicato in degrado bolognese | Contrassegnato , , , , , , | 5 commenti