snobismi

un grande supereroe

un grande supereroe

Io non credo di essere una persona snob. Perlomeno, credo di non essere snob per quanto è possibile non essere qualcosa, fermo restando che c’è sempre una parte di quel qualcosa inconsapevole che non riusciamo a controllare e allora magari facciamo pure degli sforzi per eliminare anche quella minima parte lì – ma insomma, dai, non sono una persona snob.

Però quando vado in libreria e mi tuffo diretta nel reparto cinema, lì divento snob. A parte il fatto che un reparto televisione ancora non esiste da nessuna parte e i libri sull’argomento li devi stare a cercare col lanternino, leggendo i dorsi delle copertine uno a uno. E vabbè, è anche una cosa che faccio con un certo gusto, sedermi per terra con la testa piegata di lato e scorrere i titoli. Ma il punto è che nel reparto cinema si trovano delle cose imbarazzanti. La biografia di Rocco Siffredi, ancora ancora passi. Ma poi c’è quella di Costantino (non l’imperatore, il tronista. Ma in effetti ammetto che ai giorni nostri la differenza è labile). Quella di Paris Hilton. Quella di Luca Roncato. Quella di Christian De Sica (Figlio di papà si intitola, non senza una certa ironia, in fondo. Povero Vittorio). Quella della tipa che stava con Eric Clapton e ha vinto l’IsoladeiFamosi, nonmiricordopiùcomesichiama. Quella di Simona Ventura (ha un titolo tremendo, sembrava uno slogan di 300, l’ho rimosso). Ovviamente fiumi di pubblicazioni su Edward Cullen/Robert Pattinson. E via così.

Lì divento snob. Voglio dire, fate un reparto a parte. Chessò, “biografie di gente a caso”. “I quindici minuti di Andy Wahrol”. Cose così. Che poi per trovare un libro che mi parli di televisione e cultura contemporanea, mi tocca andare nel reparto sociologia. O nel reparto attualità. E lì è ancora peggio, perchè incappare nel faccione di Vespa che ti sogghigna è un niente.

Per concludere in bellezza, alla Feltrinelli di via dei Mille c’era in sottofondo la canzone di Anna Tatangelo sul suo amico gay.

Graziealcielo, alla Feltrinelli di via dei Mille, il reparto fumetti vende Rat Man.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in son cose e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a snobismi

  1. ippaso ha detto:

    magari a cercare bene c’è anche una mia biografia e non lo so ancora…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...